Centoventi contro Novecento

MARTEDÌ 24 MAGGIO ORE 21.00

INGRESSO GRATUITO


Alla presenza del regista Alessandro Scillitani e dello scrittore Alberto Garlini

Guarda il trailer del film:https://www.youtube.com/watch?v=4TaP68DExPo

 

16 Marzo 1975. In una domenica di primavera, sul campo del parco della Cittadella di Parma, si affrontano due singolari squadre di calcio: la rappresentativa della troupe di Salò o le centoventi giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini contro quella di Novecento di Bernardo Bertolucci. Due film che segneranno la storia del cinema italiano e che si stanno girando negli stessi giorni, a pochi chilometri di distanza. Sarà una partita epica, leggendaria nei racconti della gente di cinema che vi partecipò, ma praticamente sconosciuta al pubblico.

Alessandro Scillitani e Alessandro di Nuzzo hanno realizzato questo documentario a partire dalle preziose immagini girate in super 8 da Claire People, documentando come la squadra di Bertolucci sotto di 2-0, oltre ai rinforzi passati sotto banco, beneficiò dell’uscita anticipata di Pasolini, messo letteralmente fuori gioco dal macchinista. Tal Barone, all’anagrafe, ma assai poco nobile per le randellate da fabbro sferrate sulle caviglie di un PPP che «infuriato» (ricordava ancora divertito anni dopo Bertolucci) fu costretto ad abbandonare il campo. Novecento pareggiò e poi stravinse il derby del cinepallone. Risultato finale 5-2, con Bertolucci che orgoglioso alzava al cielo la Coppa messa in palio.

Solo dopo la realizzazione del documentario si scoprì che la leggenda dei rinforzi sotto banco era in realtà la verità: uno dei due giocatori della squadra primavera del Parma – assoldati per l’occasione come attrezzisti nella troupe di 900 – si chiamava Carlo Ancelotti, che segnò anche un gol.